LINEE GUIDA INRAN PDF

Voshicage Risk factors and interventions with statistically significant tiny effects. The impact of extended care on the longterm maintenance of weight loss: In particolare, 43 trial che hanno arruolato 8. Weight, protein, fat, and timing of preloads affect food intake. Jiang M, Foster EM. A Generalized Propensity Score Approach. An analysis of methods used to synthesize evidence and grade recommendations in food-based dietary guidelines Nutr Rev ; Inoltre, sono emerse parallelamente nuove incertezze: Terza indagine di settore Conflitti di interesse Quando le evidenze sono conflittuali e non definitive, opinioni e conflitti di interesse possono influenzare articoli, editoriali, linee guida e normative.

Author:Kazitilar Goltilabar
Country:Lithuania
Language:English (Spanish)
Genre:Health and Food
Published (Last):16 May 2019
Pages:248
PDF File Size:8.35 Mb
ePub File Size:15.86 Mb
ISBN:602-8-39195-486-9
Downloads:36613
Price:Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader:Kajijinn



La nuova revisione contiene 13 direttive, di cui 3 introdotte per la prima volta, stilate da un team di esperti tra nutrizionisti, dietisti, biologi e associazioni di consumatori. Si basa infatti su un corposo dossier scientifico in cui ogni risultato, ogni conclusione e tutte le raccomandazioni sono supportate dalla letteratura scientifica pubblicata e criticamente revisionata.

Una guida ricca di consigli preziosi su come orientare, ed eventualmente correggere, le scelte alimentari che facciamo ogni giorno per mantenerci in buona salute. Le Linee Guida traducono questi obiettivi nutrizionali in suggerimenti su alimenti e dieta, ovvero in scelte alimentari, basate sulle tradizioni e abitudini locali, che permettono di soddisfare i LARN.

Vediamole in dettaglio. Purtroppo, in Italia se ne consumano ancora troppo poche: g, invece dei g di frutta e dei g di verdura raccomandati dalle Linee Guida. Si tratta di alimenti che apportano nutrienti importantissimi, come gli antiossidanti, le vitamine, le fibre, i sali minerali. Frutta e verdura hanno anche il vantaggio di essere molto sazianti, a fronte di un apporto calorico molto contenuto.

Le Linee Guida raccomandano di portare in tavola porzioni di legumi alla settimana, che apportano proteine vegetali e ferro. Si tratta di scorciatoie che promettono risultati facili, ma che non sempre sono efficaci e che, anzi, spesso nascondono rischi per la salute se non supportate da basi scientifiche e da indicazioni del medico o del nutrizionista.

Tiziana Landi Laureata in Scienze della Comunicazione, sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. Related Posts.

CHIMICA RODOMONTANO PDF

SALUTE E LINEE GUIDA DELL’INRAN

La nuova revisione contiene 13 direttive, di cui 3 introdotte per la prima volta, stilate da un team di esperti tra nutrizionisti, dietisti, biologi e associazioni di consumatori. Si basa infatti su un corposo dossier scientifico in cui ogni risultato, ogni conclusione e tutte le raccomandazioni sono supportate dalla letteratura scientifica pubblicata e criticamente revisionata. Una guida ricca di consigli preziosi su come orientare, ed eventualmente correggere, le scelte alimentari che facciamo ogni giorno per mantenerci in buona salute. Le Linee Guida traducono questi obiettivi nutrizionali in suggerimenti su alimenti e dieta, ovvero in scelte alimentari, basate sulle tradizioni e abitudini locali, che permettono di soddisfare i LARN. Vediamole in dettaglio. Purtroppo, in Italia se ne consumano ancora troppo poche: g, invece dei g di frutta e dei g di verdura raccomandati dalle Linee Guida.

CIRCO MAXIMO SANTIAGO POSTEGUILLO PDF

Navigazione

Ed altrettanto molteplici sono anche le vie per realizzare una dieta salutare. Negli ultimi decenni Istituzioni pubbliche e organismi scientifici hanno dato vita, nei principali Paesi del mondo, a Linee guida o Direttive alimentari. E nella stessa direzione si sono mosse le principali agenzie internazionali che si occupano di alimentazione e salute. Inoltre i cereali, e soprattutto i legumi, sono anche buone fonti di proteine.

Related Articles